Sezione di Pontremoli

La Sezione di Archivio di Stato di Pontremoli conserva attualmente circa 13.500 unità archivistiche, 369 pergamene e 1.470 mappe. Il nucleo è l'archivio dell'antico comune e del commissario, poi vicario, di Pontremoli. A questo si sono aggiunti vari archivi del periodo napoleonico, della Restaurazione e dello Stato unitario.

Nel 1949 la Giunta Comunale di Pontremoli, con delibera del 09.12.1949, dichiarò la volontà di istituire una Sottosezione d'Archivio di Stato ai sensi dell'art. 11 della Circolare n. 2006; in realtà sin dal 1941 ne era già stata chiesta l'istituzione con delibera commissariale. La Sottosezione d'Archivio di Stato di Pontremoli fu poi istituita con decreto del 12.04.1954 dal Ministero dell'Interno. Con la legge del 17.12.1962 n. 1863, che disponeva l'ordinamento degli Archivi di Stato e del personale preposto, si avviò l'abolizione delle Sottosezioni d'Archivio di Stato trasformandole in Sezioni. La Sezione di Pontremoli, rimase presso i locali dell'Archivio comunale che l'Amministrazione aveva messo a disposizione, fino al trasferimento, avvenuto nel 1978, nell'attuale sede dell'ex Convento Agostiniano della SS. Annunziata (sec. XV).

La sede della sezione di Archivio di Stato di Pontremoli